Questo sito non utilizza cookie, dettagli

Logo dell'Associazione Science on Stage Europe: la relativa scritta in caratteri gialli e blu vicino ad una scia di stelle

Science on Stage Europe

Il comitato scientifico e la delegazione italiana - the Italian NSC

Presentazione dell'associazione



Home |Chi siamo | Contatti | Bando Modulo di adesione | NSC italiano
Ripeti il menù | Vai a inizio pagina

Science on Stage Europe è un'associazione che ha sede a Berlino che intende raccogliere quanto di meglio, di innovativo, di stimolante si propone in Europa per il rinnovamento della didattica nel campo delle Scienze sperimentali. Giunto a termine nel 2007 il progetto Science on Stage i comitati organizzatori (NSC) dei paesi partecipanti, hanno deciso di costituire una nuova Associazione denominata Science on Stage Europe per proseguire il progetto e organizzare nuove edizioni del Festival Science on Stage che si sono tenute a Copenhagen nel 2011, a Slubice (Polonia) nel 2013, a Londra nel 2015 e a Debrecen (Ungheria) nel 2017.

Tutte le passate edizioni hanno riscosso un grande successo, favorendo la conoscenza e lo scambio di proposte didattiche e di formazione innovative nel campo delle scienze sperimentali tra le centinaia di delegati di tutti i paesi coinvolti.

L'efficacia e la ricaduta formativa per i partecipanti è stata certificata da enti esterni internazionali e testimoniata da numerose iniziative sorte negli stati partecipanti, tra le quali gli scambi di insegnanti, i workshop e meeting e il progetto i-Stage che ha prodotto materiali didattici.

Alla realizzazione delle attività di Science on Stage è demandato un Comitato Internazionale formato dai rappresentanti dei 32 Comitati nazionali e un Executive Board che cura gli aspetti organizzativi.

In Italia Science on Stage è promosso da: AIF, ANISN, DD/SCI, INFN.

Il programma si propone i seguenti obiettivi:

  • organizzare un Festival Europeo, l'ultimo dei quali si è tenuto dal 29 giugno al 2 luglio 2017 a Debrecen (Ungheria) con il motto Inventing the Future of Science Education;
  • diffondere e scambiare le migliori pratiche didattiche, materiali e metodi educativi efficaci e identificare i modi con cui sostenere e motivare gli insegnanti affinché migliorino il proprio insegnamento nelle discipline scientifiche;
  • estendere, in numero e attraverso le varie discipline, la rete europea di insegnanti esperti nella didattica e nella divulgazione scientifica.

Science on stage si rivolge a insegnanti di ogni ordine di scuola, dall'infanzia alle superiori o a esperti di didattica e comunicazione delle scienze che operano con studenti di ogni ordine e grado.

Le nazioni interessate sono 32 (Austria, Belgio, Bulgaria, Canada, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Egitto, Finlandia, Francia, Germania, Georgia, Grecia, Irlanda, Islanda, Israele, Italia, Lituania, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Ucraina e Ungheria) per un totale di circa 400 partecipanti.

In Italia le attività preparatorie alla partecipazione all'evento europeo sono coordinate dal National Steering Committee che:

  • diffonde il bando di partecipazione alle edizioni;
  • individua le iniziative, a carattere nazionale o locale, che riguardino strategie didattiche innovative ed efficaci e che coinvolgano docenti motivati a partecipare a Science on Stage;
  • effettua la selezione dei delegati che parteciperanno al festival europeo;
  • organizza la partecipazione dei delegati al festival finale europeo.

L'evento finale europeo consiste sostanzialmente in:

  • una Fiera dove ogni nazione presenta i lavori selezionati da ciascun NSC: tali lavori rappresenteranno il meglio della produzione didattica innovativa degli insegnanti della scuola primaria e secondaria;
  • presentazioni sul palcoscenico, veri e propri show a tema scientifico, in cui la meraviglia delle scienze sperimentali sia presentata in modo spettacolare e divertente;
  • workshop in parallelo su temi rilevanti per l'insegnamento delle discipline scientifiche; I workshop (della durata di cinquanta minuti) sono sessioni interattive di lavoro comune, per imparare e praticare nuove attività, sviluppare materiali e discutere temi della didattica.